ogni fine è un inizio

Voglia di celebrare.
Stranezza, non estraneità.

E come fili d’erba tra i capelli affiorano ricordi impregnati di sciroppo d’acero.
Nel mio piccolo braciere fumo di lavanda e grani di sale massaggiano l’idea che tutto si trasforma tutto torna
tutto si ripete in mille cerchi,
mille cicli

E’ di nuovo autunno, e di nuovo vengo al mondo.

aut

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...