inner smile

Fuori è buio pesto. Luna nuova. Un vento lupo ulula nel mio terrazzo facendo cantare ogni ostacolo e qualcosa in vena si smuove.

Come il sorriso interiore di chi sa quel che sta combinando mentre il mondo ne è ancora all’oscuro.

Una strana giornata, condizionata dal vento.

Come ho già scritto è iniziata male, ma appena mi sono infilata in auto ha preso un’altra piega.

Ascoltare Nina Nastasia ha dato un ulteriore grado di drammaticità a una mattinata surreale. Ho messo su una playlist che ho intitolato “soft ” e che ripensandoci dovrei rinominare “grave” perché è molto scura e quasi intima. Certi brani ti tagliano a fette, altri arrivano come una sberla.

Un bell’esercizio sentimentale.

Il risultato?  La sensazione di essere in un film. E mi vedo traslata di un paio di metri dal mio centro di gravità. E mi scopro obliqua e singolare.

Domani per la prima volta assisterò  a una cremazione. Una prima volta che vorrei evitare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...